Anche Thiago Motta finisce nel mirino della procura Federale: fatali le parole contro Nasca nel post partita di Lecce

Scritto da Redazione  | 

La procura federale della Federcalcio, come riportato pochi minuti fa da ANSA.it, ha aperto un procedimento nei confronti del tecnico del Bologna Thiago Motta per dichiarazioni lesive. Ieri Motta, nel post partita della sfida con il Lecce aveva polemizzato sulla direzione arbitrale e la Var per la concessione di un rigore ai pugliesi nel recupero. Queste le parole pronunciate ieri dal tecnico del Bologna dopo il pari contro il Lecce in conferenza stampa post partita: "Con Nasca sono sfortunato, ricordo quello che ha fatto a Torino e quanto ha fatto in Spezia-Lazio, un altro episodio. Ci sono occasioni in cui il VAR da strumento diventa arma, sono arrabbiato".

A quali episodi ha fatto riferimento nello specifico Motta? Il più lontano, quello di La Spezia, risale al maggio del 2022. Al Picco arrivava la Lazio, a caccia di punti per assicurarsi un piazzamento in Europa e la partita fu decisa da un gol di Acerbi nel finale, in posizione di evidente fuorigioco. Un errore piuttosto marchiano, costato una sospensione temporanea proprio a Nasca, al VAR, e all'allora arbitro Pairetto.

L'altro episodio "sospetto" invece risale all'inizio di questa stagione. 28 agosto, il Bologna va a giocare in casa della Juventus e, nonostante un soddisfacente pareggio finale sul campo di un avversario sulla carta più strutturato, furono tante le recriminazioni dei rossoblù per un calcio di rigore molto sospetto non fischiato sull'intervento in area di Iling-Junior ai danni di Ndoye. Al VAR, quella volta però nelle vesti di assistente c’era proprio Nasca.

Svanisce il sogno Felipe Anderson? L'esterno nel mirino di una big. In arrivo anche un'offerta dall'Arabia
Ormai quasi un mese fa molti addetti ai lavori avevano sottolineato come la Fiorentina di Rocco Commisso, che punta a mi...

💬 Commenti (1)