Iachini: "Nella Fiorentina che lotta per l'Europa ci sono tanti giocatori che avevo anche io. Lavorando con continuità Italiano ha raggiunto risultati"

Scritto da Redazione  | 

L'ex allenatore della Fiorentina Beppe Iachini ha parlato a Lady Radio: “Belotti l'ho avuto a Palermo, lo feci esordire diciottenne. Con me si valorizzò e poi venne ceduto al Torino, è un ottimo calciatore e un professionista esemplare. Non so in questo momento come stia a livello fisico avendo giocato poco nell'ultimo periodo, ma resta un attaccante capace di muoversi in area e di segnare in tanti modi diversi. Inizialmente era un esterno d'attacco, fui io a trasformarlo in un centravanti vero e proprio facendolo giocare in coppia con Dybala”.

“Bello vedere i miei giocatori lottare per l'Europa"

“Mi fa molto piacere - ha aggiunto Iachini - vedere che in questa Fiorentina che lotta per l'Europa ci siano tanti giocatori che avevo anche io e a cui sono rimasto legato. Presi la squadra in fondo alla classifica e facemmo una bella rimonta fino al decimo posto. Chiaro che in questi anni la Fiorentina ha inserito in rosa degli elementi importanti, e Italiano ha raggiunto risultati perché ha avuto la possibilità di lavorare con continuità. Da tifoso mi piacerebbe che la squadra andasse in Champions, però guardando la rosa viola e quelle delle concorrenti non è facile. Diciamo che una mancata qualificazione non sarebbe un fallimento".

“Dispiace per Castrovilli, spero torni presto”

Infine Iachini ha detto: “La Fiorentina ha una grande fortuna, ovvero avere tanti giocatori che stanno insieme da molti anni. Questo ha fatto sì che la squadra cominciasse a giocare a memoria, e lo stesso Italiano ormai conosce benissimo i suoi calciatori e il modo in cui possono rendere a seconda delle condizioni. Castrovilli? Sono dispiaciuto per l'infortunio che ha avuto, proprio quando era arrivato al top del rendimento. Gli faccio l'in bocca al lupo affinché possa tornare presto in campo”. 

 


💬 Commenti (8)