"La prima volta, nel 1985, pensavo davvero di aver chiuso per sempre con il calcio". 

L’ex storico calciatore della Fiorentina Roberto Baggio intervista Sofia Goggia e viceversa e nella chiacchierata con la sciatrice, sulle pagine di SportWeek, il Divin Codino racconta uno dei primi problemi fisici della sua carriera da calciatore: "Mi svegliavo di notte e piangevo per il dolore, è stato un periodo buio. Poi ho abbraccio il buddismo e la mia vita è cambiata. All'inizio ero caduto nel vittimismo - continua Baggio - mi lamentavo e tornavo al punto di partenza”.

‘Mi do da fare ogni giorno per essere felice’

“Ci è voluto un po' di tempo, col buddismo ho iniziato nel 1988 e non ho mai smesso di praticare un solo giorno. Felice? Lo sono, ma mi do da fare ogni giorno per esserlo. Non è un traguardo, ma è la vita: non c'è uno striscione all'arrivo. Oggi gli infortuni e lo sport, poi i figli e gli impegni quotidiani, poi ci saranno i dolori e i problemi della vecchiaia. Non c'è una fine, non c'è un traguardo, ma si può essere felici".


💬 Commenti (1)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo