Jacopo Vicini
Jacopo Vicini

L’attaccante argentino della Fiorentina Lucas Beltran ha vinto il premio ‘Mola Awards 2023’ come miglior giocatore della stagione scorsa secondo la redazione di Mola TV ed ha rilasciato un’intervista all’emittente che trasmette in Italia le partite del campionato argentino e le gare delle competizioni Conmebol. Queste le dichiarazioni della punta sudamericana.

‘La gente mi ha accolto benissimo, per me è speciale giocare qui’

“Sono onorato di ricevere questo premio e vi ringrazio. Vincere col River mi ha lanciato e permesso di arrivare alla Fiorentina, che è un grande club, e poi è arrivata anche la convocazione in Nazionale. Sono felicissimo di essere in viola. Dal primo giorno in cui sono arrivato a Firenze, la gente mi ha accolto nel modo migliore, non me l’ aspettavo. Sono felice di essere tutti i giorni qui al Viola Park: è straordinario, non credo ci siano molti altri centri sportivi come questo e noi abbiamo la fortuna di essere qui, di approfittarne ogni giorno. Per me è qualcosa di molto speciale giocare in un club in cui molti argentini sono stati delle icone. Mi diverto e imparo ogni giorno. Di Batistuta ho visto i gol con la maglia della Fiorentina, così come quelli con la maglia dell’Argentina". 

‘Appena ho parlato con la Fiorentina, ho pensato a Batistuta’

“Quando in Argentina si nomina la Fiorentina, si nomina Firenze, la testa va immediatamente a pensare a Bati. Anche quando cammino nel centro sportivo gigliato ci sono foto di lui e tutto questo mi ispira molto. Quando ho parlato con la Fiorentina, la prima cosa che mi è venuta in mente è Batistuta. Quando rivedo le sue immagini è sempre qualcosa di molto bello. Siamo molto orgogliosi che un argentino abbia realizzato così tante cose belle qui. Firenze è bella in tutto, si mangia bene e si vive bene, il mio cibo preferito è la bistecca ma mi piace anche la pasta”. 

‘Vi racconto le differenze col calcio argentino. Desidero vincere un trofeo con la Fiorentina’

"C’è tanta differenza tra calcio argentino e calcio italiano. Qui funziona diversamente: in Argentina si dà sempre il 100%, tutte le palle si giocano alla morte, non c’è un momento in cui puoi rilassarti un po’. Qui si gioca un calcio più organizzato, più tattico. I difensori sono molto più forti, più alti…Desideri per il 2024 ne ho tanti e penso sia quello che mi motiva ogni giorno. Prima di tutto però, mi piacerebbe vincere un trofeo con la Fiorentina. Lo desideriamo tanto e lavoriamo ogni giorno per questo. Poi mi piacerebbe vincere la Copa America con l'Argentina e le Olimpiadi”.


💬 Commenti (8)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo