Gaetano Castrovilli. Foto: Vicario/Fiorentinanews.com
Gaetano Castrovilli. Foto: Vicario/Fiorentinanews.com

L'ex attaccante della Fiorentina Ciccio Graziani ha parlato a Radio Bruno spaziando dal tema Palladino, fresco di firma nella giornata di ieri, a quello dell'attacco viola.

‘Avrei preferito Sarri o De Zerbi, ma anche…’

Palladino è ambizioso, non ha grandissima esperienza in A ma se la farà, essendo giovane. Io però, senza nulla togliere a Palladino, il mio primo nome nonostante non stimi molti gli integralisti era Sarri. Ci avrei fatto un pensierino, poteva essere l’allenatore giusto per ripartire con un progetto di due anni. Mi sarebbe piaciuto anche De Zerbi, ma anche uno tra Baroni e Nicola. La Fiorentina ha però scelto Palladino ed è convinta che porti un valore aggiunto, quindi faremo tutti il tifo per lui. Bisogna vedere poi quali saranno i calciatori a disposizione di Palladino per capire come farà giocare la squadra. Non è la tattica che fa la differenza ma i calciatori, e come l’allenatore sa cucire il giusto vestito alla squadra”.

‘Occorre un grande centravanti e serve svenarsi per prenderlo’

“La Fiorentina ha sofferto i pochi gol degli esterni tranne Nico e giocando 4-3-3 queste cose le paghi. Kouame, Sottil, Ikone, non ne parliamo. Alla Fiorentina hanno fallito anche tutti gli attaccanti, Nzola, Belotti…non capisco più cosa sia Beltran, fa tutto meno che l’attaccante. Attaccante per la Fiorentina, serve un calciatore che segni e già siamo rimasti scottati con Nzola che ha sofferto molto il salto di ambiente. Se vogliamo alzare l’asticella degli obiettivi, occorre svenarsi un po’. Gli attaccanti che fanno gol costano, c’è poco da fare. Altrimenti siamo punto e a capo, e si va a vanificare il lavoro della squadra in campo”.

“Terrei Castrovilli, mi è sempre piaciuto. È una mezzala di qualità, credo lo tengano almeno un altro anno. Merita una chance, lo abbiamo aspettato un anno e mezzo e sarebbe assurdo lasciarlo andare via. Credo tantissimo in Pinamonti, gli manca rabbia, cattiveria, voglia di spaccare il mondo, in questo ha un deficit. Per il resto ha tutto, anche quest'anno ha segnato in una squadra che è retrocessa, ma quando lo vedo giocare ogni tanto mi fa arrabbiare. Chi prendere? L'Atalanta ha preso con meno di 40 milioni sia Scamacca che Lookman, serve saper scegliere bene i calciatori e prendersi anche dei margini di rischio".


💬 Commenti (8)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo