Amoruso: "Joe vorrebbe che si ripartisse subito forte. Mi auguro che il lutto riesca a dare una scossa alla squadra"

Scritto da Redazione  | 

Questo pomeriggio l'ex difensore della Fiorentina Lorenzo Amoruso, durante un collegamento con Radio Bruno, ha analizzato quale possa essere lo stato psicofisico della squadra di Vincenzo Italiano dopo la scomparsa di Joe Barone. Questo un estratto delle sue parole:

"Purtroppo è chiaro che quando succedono tragedie come quella che sta vivendo la Fiorentina non è mai facile ripartire, ti ricolleghi con la vera realtà e capisci che tante problematiche che quotidianamente affrontiamo siano nulla rispetto alla vita. E’ normale che adesso la vita debba andare avanti, anche se ovviamente il ricordo di Joe sarà sempre nella testa e nel cuore di chi tifa Fiorentina. E’ chiaro che adesso la parte piu difficile la passerà la famiglia, che sarà costretta a fare a meno di un sacco di cose senza di lui. L’organigramma più o meno resterà lo stesso, anche se cambieranno i ruoli e le gerarchie, ma in un momento come questo dove c’è ancora una stagione da completare era normale avvenisse cosi. Sono convinto che Joe avrebbe voluto che si ripartisse subito, soprattutto perchè era uno che lavorava dalla mattina alla sera”.

Molto dipenderà anche dalla situazione psicologica della squadra dopo il lutto: “Non so se affidarsi ad uno psicologo sia la soluzione migliore, anche perche è una cosa molto soggettiva che cambia da persona a persona. Chi andrà in Nazionale però avrà modo subito di giocare, dimenticando i brutti momenti dell’ultima settimana. Chi invece resta ad allenarsi ha comunque la compagnia della famiglia e credo che non ci sia cura migliore che farsi coccolare da chi ti vuole bene. Servirà ricaricare le batterie nella vita verà, potrebbe essere una necessaria per liberare la mente”.

Ha poi concluso parlando di alcuni singoli: “Sappiamo quanta qualità abbia Bonaventura, e va sottolineato come l’Italia che vediamo in questi giorni sia ancora un puzzle: Spalletti vuole valutare ancora molte soluzioni in vista del’Europeo. Barak è senza dubbio in un momento positivo, ci auguriamo tutti che sia finalmente uscito dalla malattia che non gli ha permesso di allenarsi per molti mesi: il suo rendimento per tanto tempo è stato quasi pari a zero, e adesso sembra aver trovato la forma giusta. Nico Gonzlaez? La Fiorentina ha bisogno di recuperare tutti, non solo Nico. Mi auguro che questa tragedia possa dare quella spinta alla squadra necessaria a fare sempre meglio, sopratutto nel nome di Joe. Le prossime 3/4 partite saranno fondamentali per gli obiettivi sia nazionali che europei della Fiorentina”.

Marino: "La scomparsa di Barone ha colpito tutto il calcio italiano. Bonaventura ha ancora molti anni, Fiorentina in corsa per tutti gli obiettivi"
Questo pomeriggio l’ex direttore sportivo di Atalanta e Udinese Pierpaolo Marino, durante un collegamento con Radio Br...

💬 Commenti (1)