Felipe Melo non cambia: il teatrino dell'ex Fiorentina per portare il suo Fluminense in finale al Mondiale per Club

Scritto da Redazione  | 

Mondiale per Club in Arabia Saudita, semifinale Fluminense-Al Ahly, minuto 69, partita bloccata sullo 0-0. Uno dei senatori della squadra brasiliana, Marcelo, si infila a sinistra e dopo un tunnel viene abbattuto in area da Percy Tau: rigore. Scoppia un parapiglia tra egiziani che protestano, Marcelo che urla per il dolore, brasiliani che esultano. Spiccano due figure, El Shenawy - portiere dell'Al Ahly – e l’ex Fiorentina Felipe Melo che dopo una vita a centrocampo si è riciclato centrale difensivo nel Flu campione di Sudamerica.

L'astuzia di Felipe Melo

Mentre il portiere del club egiziano prova a calmare i compagni, l'ex Fiorentina, Juve e Inter prende il pallone e, glaciale, si piazza con i piedi sul dischetto del rigore. Nel frattempo, la baraonda si placa e attorno a Felipe Melo si concentra un piccolo campionario di provocazioni più o meno pesanti.

E alla fine… è finale!

In pochi notano il compagno di Felipe Melo, a lungo lontano dall'azione attorno al dischetto del rigore: è Arias, attaccante colombiano al Flu. Secondo dopo secondo si avvicina a Felipe Melo, che a un certo punto lancia il pallone ad Arias. Il bluff della vecchia volpe Felipe Melo è servito a proteggere il vero rigorista dalle provocazioni e dalle distrazioni. Palla sul dischetto, rincorsa, interruzione, calcio quasi da fermo: El Shenawy intuisce il tiro ma è troppo angolato. Gol. E Felipe Melo felicemente in finale. (Stralcio di cronaca ripresa da La Gazzetta dello Sport).

De La Fuente: "Inutile nascondersi, la Fiorentina Femminile vuole la Champions League. Quando poi hai calciatrici come Catena..."
Il tecnico della Fiorentina Femminile Sebastian De La Fuente ha parlato al termine del successo sull'Inter conseguito al...

💬 Commenti (1)