Jacopo Vicini
Jacopo Vicini

Benedetto Ferrara, giornalista fiorentino, ha commentato la partita tra Fiorentina e Club Brugge sulle colonne del La Nazione. Questa la sua opinione: “M’Bala è uscito dal gruppo. M’Bala è rientrato nel gruppo, e poi in campo, e poi ha fatto saltare in cielo il Franchi. Tempo di resurrezioni: Sottil che segna un gran gol, Belotti che la mette dentro, Nzola che entra e porta ai suoi la vittoria, quella che sembrava allontanarsi, nonostante una superiorità numerica lunga mezz’ora. Che fatica, ma che partita. 

Fiorentina con tanta volontà e i soliti errori, belgi con un uomo in meno ma super organizzazione e nessuna voglia di cedere il passo. Emozioni di calcio vero, e a tratti anche ingenuo. Lo sa bene il portiere del Bruges, con quella respinta da pallavolo che porta alla rete di Belotti, ingenua tutta la difesa della Fiorentina, a cominciare da Terracciano, che sui diagonali sceglie sempre l’opzione slow motion. E poi Ranieri, in serata no. Ma la grande notizia sono i gol dei tre attaccanti, quelli che fino ad oggi sembravano trasparenti. La verità è che il gol di Nzola è ciò che tiene l’umore alto in vista del ritorno, che non sarà uno scherzo. Grazie Mbala, chi lo avrebbe mai detto?”. 

Oliver tra luci e ombre: sembra essersi scordato i cartellini, poi li tira fuori entrambi nel giro di tre minuti. Si perde un penalty solare, ma per la Fiorentina... FOTO FN
Prestazione tra luci e ombre per Micheal Oliver, arbitro di Fiorentina-Club Brugge. Tiene la partita sotto controllo, no...

💬 Commenti (10)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo