Polverosi: "Un primo tempo assurdo della Fiorentina, tante difficoltà dovute anche alle scelte dell'allenatore. A Italiano non è bastata la lezione di Reggio Emilia"

Scritto da Redazione  | 

Le difficoltà continuano in questo periodo per la Fiorentina. Contro l'Udinese è venuto fuori un pareggio, ma la prima frazione di gioco contro i bianconeri è stata ampiamente deludente. 

“I dubbi sono legati a un primo tempo assurdo dei viola - scrive sul Corriere dello Sport-Stadio, il giornalista Alberto Polverosi - Nei primi 45' l’Udinese ha giocato bene, la Fiorentina non ha giocato male, magari fosse stato così per Italiano. La Fiorentina non ha proprio giocato, non era presente a se stessa, non era sul campo fradicio del Franchi. Dove fosse però nessuno lo sa”.

Polverosi punta il dito anche su Italiano: “A tanta difficoltà hanno contribuito anche le scelte iniziali (corrette a inizio ripresa) dell’allenatore a cui non era bastata la lezione (con sconfitta) di Reggio Emilia dove le due ali Ikonè e Brekalo, riproposte ieri in coppia, si erano mostrate per l’ennesima volta nella loro tradizionale versione sconcertante. Perché insistere? In panchina c’era Parisi: se proprio Italiano voleva giocare con le ali, meglio l’ex empolese (anche se di ruolo fa il terzino) degli altri due”.

Italiano: "Sta capitando troppo spesso che non siamo tutti dentro la partita. La personalità di Nzola mi fa ben sperare. Faraoni acquisto di personalità"
L'allenatore della Fiorentina, Vincenzo Italiano, intervistato da DAZN ha detto: “Nei primi tempi non siamo all'altezz...

 


💬 Commenti (25)