Guccione: "Per procedere coi lavori di riqualificazione del Franchi non sono ad oggi necessari finanziamenti aggiuntivi. Al Padovani vogliamo arrivare a capienza di 18.000 posti"

Scritto da Redazione  | 

L’Assessore allo Sport del Comune di Firenze Cosimo Guccione risponde ai consigliere di Firenze Democratica Massimiliano Piccioli e Federico Bussolin della Lega, durante un question time, scettici riguardo a varie questioni aventi ad oggetto la riqualificazione degli impianti Franchi e Padovani.

“Il Comune ha sottoscritto un accordo con ACF Fiorentina un accordo che prevede il non utilizzo del Franchi per le partite dal Primo giugno 2024 e un utilizzo a capienza ridotta, esclusa Curva Ferrovia e settore ospiti, a far data dal Primo gennaio 2024. Successivamente ACF Fiorentina ha comunicato verbalmente di voler giocare le partite al Franchi, pur a capienza ridotta, comunicando formalmente di non avere ad oggi altre soluzioni definite. Non si comprende in quale norma si preveda che i progetti previsti con risorse non comunitarie debbano essere sottoposti alla C. E. e non si capisce in quale norma sia prevista un’autorizzazione della Commissione per l’utilizzo di fondi FNC. L’intervento di riqualificazione dello stadio è finanziato con fondi PNC (Piano Nazionale Complementare). La riqualificazione dello stadio Franchi è finanziata dal Ministero della Cultura nell’ambito del Progetto Grandi attratti culturali".

“Non sono necessari ad oggi finanziamenti aggiuntivi per procedere coi lavori”

“Ad oggi il quadro economico dell’intervento prevede finanziamenti per circa 150 milioni di euro. Le opere previste nel corpo principale sono articolate in funzione del finanziamento ad oggi presente, con cui è possibile riqualificare lo stadio e renderlo agibile per eventi sportivi e non solo. Ulteriori finanziamenti necessari per il completamento del progetto potranno essere definiti anche per stralci, entro la fine dei lavori previsti nel quadro economico complessivo, e quindi entro il 2026. Ad oggi per procedere con i lavori, non sono necessari finanziamenti aggiuntivi. La differente organizzazione del cantiere, con la possibilità di utilizzare lo stadio a capienza ridotta per 12 mesi, pur nel rispetto delle tempistiche PNC-PNRR, si è manifestata grazie alle riduzioni dei tempi offerti dalle ditte in sede di gara. L'elemento riduzione dei tempi era uno dei criteri di aggiudicazione. Grazie anche al serrato lavoro svolto in questo mese è stato possibile prevedere una redefinizione della cantierizzazione nel rispetto della fruibilità dell'impianto e dei tempi imposti dal finanziamento”. 

‘È previsto un finanziamento di 10 milioni di euro per il Padovani, vogliamo arrivare ad una capienza di…’ 

"Per quanto attiene al Padovani, si ribadisce che il finanziamento previsto è uguale a 10 milioni di euro. Col finanziamento da 10 milioni di euro è prevista la riqualificazione dell’impianto sportivo con una capienza fino a 7000/8000 posti. Durante la procedura di gara in corso era già stato richiesto di proporre una soluzione fino a 15.000 posti, e oggi stiamo verificando anche una soluzione fino a 18.000. Non è necessario aver individuato ad oggi il finanziamento mancante”.


💬 Commenti (4)