Inzaghi saluta Salerno e non le manda a dire a Sabatini: "Inutile chiedere scusa se gli errori sono i tuoi"

Scritto da Redazione  | 

Questo pomeriggio, dopo l’annuncio del suo licenziamento dalla panchina della Salernitana, Filippo Inzaghi ha voluto salutare la città di Salerno e i tanti saluti campani attraverso i propri canali social. E l’ex bomber non le ha certo mandate a dire al ds granata Walter Sabatini, oltre che a confermare che già in precedenza aveva provato a dare uno scossone alla squadra presentando le dimissioni.

"Il momento della separazione è sempre complicato, specie quando si subisce la decisione. Salerno in pochi mesi mi è entrata dentro. In giro per le strade, tifosi e gente comune mi fermano, con rammarico e dispiacere, per un saluto, una foto, una stretta di mano. L’unica parola che ora sento di dire dal cuore è: “grazie”. Per l’accoglienza, la stima e la fiducia. Non sento il peso di un fallimento, sento la debolezza di una missione incompiuta non per mia volontà, assieme al grande senso di responsabilità per una città e una tifoseria tra le più belle d’Italia. Confermo che per due volte ho provato a scuotere l’ambiente dall’interno, paventando le mie dimissioni ma sono sempre stato persuaso a continuare perché infondo anche per me vale una sola frase: FINO ALLA FINE”.

Ha poi concluso puntando il dito verso il direttore sportivo amaranto: "Ho sposato il progetto con trasparenza e quest’ultima è ciò che avrei voluto, soprattutto sul mercato che, a mio avviso è stato tardivo e non in linea. A poco servono oggi le frasi consolatorie del direttore Sabatini, anche perché non vedo il senso di chiedere scusa su un proprio errore e tagliare la testa ad un altro. Io vivo per il calcio e per la lealtà che mi ha insegnato è per questo che amo la tifoseria, perché è leale e purtroppo è ciò che vorrei anche all’interno dell’ambiente ma forse sono utopico. Infine a poco servirebbe dire che la Dea bendata con noi ha girato la testa da un’altra parte. Ora spero tutto ritorni a girare come la piazza merita ed auguro ai miei giocatori di continuare il percorso di crescita iniziato 3 mesi fa assieme! Li abbraccio tutti con affetto, vi abbraccio tutti con affetto e sempre “macte animo””.

Questo il lungo messaggio condiviso da Inzaghi su Instagram:

Bazzani: "Belotti doveva solo ritrovare fiducia e stimoli, Fiorentina perfetta. Con il Bologna sfida da Europa"
L'ex attaccante della Sampdoria, attualmente opinionista di Dazn, Fabio Bazzani ha avuto modo di commentare come arrivan...

💬 Commenti (4)