Questo sì che è cortomusismo: la metamorfosi di Italiano e dei suoi. In zona Champions con armi diverse

Scritto da Redazione  | 
L'esultanza dei giocatori della Fiorentina dopo il gol siglato contro la Roma. Foto: Fiorentinanews.com

Se con il Verona, la buona sorte e la giornata monstre di Terracciano avevano contribuito a regalare una vittoria tra le meno meritate della storia  recente, ieri sera la Fiorentina l'ha messo in pratica eccome il ‘cortomusismo’. Come sottolinea il Corriere dello Sport infatti, oltre a sfruttare il buon momento in avvio la squadra di Italiano ha saputo gestire, senza sbandare stavolta e anzi, adattandosi anche con la linea folta.

La Fiorentina è salita così a quota 30, in piena zona Champions in attesa delle altre, ma soprattutto lo ha fatto con armi del tutto diverse da quelle del primo anno del tecnico. Allora la squadra viola era ben più spettacolare ma anche più scriteriata: una metamorfosi determinante.

 

Le nostre PAGELLE: Babbo Natale esiste e Beltran ne sa qualcosa, un altro gol pesante. Arthur in campo anche se fosse zoppo. Ikone, ma come si può?
Terracciano: 6 La sua serata inizia e finisce con una parata su Colpani al 31'. Punto, stop. Il tipo di partita che sogn...

💬 Commenti