Mourinho: "La Roma senza Dybala perde tantissimo: con lui in campo con la Fiorentina era una partita da 3-0 dopo 20'"

Scritto da Redazione  | 

Questa mattina l'allenatore della Roma Jose Mourinho, prima della sfida contro il Milan di Pioli, ha partecipato alla consueta conferenza stampa della vigilia. I tecnico portoghese è tornato a parlare anche della sfida pareggiata per 1-1 contro la Fiorentina di Vincenzo Italiano. Questi alcuni “passi” della sua conferenza stampa:

"Sono qui da due anni e cinque mesi e sono l'unica persona in questo team che non ha perso una sola sessione di allenamento. Per me non esistono malattie, malumori. Per due anni e mezzo non ho sbagliato niente, neanche un paio di settimane fa quando tutti erano malati. Se c'è un esempio perfetto di professionalità sono io. Non ho mai perso una gara in oltre 20 anni di carriera. Come si riparte? Il derby è finito e abbiamo perso. Abbiamo fatto alcune cose buone, altre non bene. Le abbiamo analizzate tutte per migliorare nelle nostre limitazioni. Ora pensiamo alla prossima gara, quella di mercoledì è finita”.

‘Tutti conoscono le nostre difficoltà’

Ha poi analizzato la partita con il Milan: “Affrontiamo una squadra che gioca per il titolo, che lo ha finto due anni fa, che se per il momento sembra che la distanza di punti tra loro e Juventus e Inter sia una distanza per niente facile da colmare. È una squadra che sicuramente vuole vincere dopo la sconfitta in Coppa, che per loro era un target. Metteranno tutto su questa partita, conoscono le nostre difficoltà, sembra che le sappiano tutti. Magari non le sa qualche giornalista o qualche commentatore, tutti sanno le nostre difficoltà. Ho parlato con qualche giocatore dell'atteggiamento e non ho nessun tipo di problema perché ho grande rispetto e lealtà nel confronto con loro, non c'è niente che qualche persona possa o vorrebbe dire ai miei giocatori che non ho detto. Per me è una cosa molto molto chiara, è la differenza tra le difficoltà e un'altra cosa è utilizzare le difficoltà che sono vere come un modo per giustificare qualcosa che possiamo fare di più.

‘Dybala è un giocatore speciale e senza di lui…’

Ha poi concluso: "Dybala è un giocatore veramente speciale, che negli ultimi anni ha giocato in una squadra con altri giocatori speciali. Quando non giocava lui giocava un altro, a volte stava in panchina e a volte entrava, non abbiamo un altro con le sue caratteristiche. La partita contro la Fiorentina sembrava da 3-0 dopo 20 minuti, quando è andato via abbiamo perso quella connessione lì, che non fanno ne Belotti, né El Shaarawy, né Joao Costa, che sarà convocato domani. Se qualcuno non vuole capire che la Roma senza Paulo Dybala è una Roma diversa non posso dire molto di più".

Anche la Fiorentina annuncia il suo arrivo: Faraoni è nuovo difensore viola
La Fiorentina annuncia FaraoniDopo l'annuncio di qualche ora fa da parte del Verona, adesso arriva l'ufficialità anche ...

💬 Commenti (19)