E Infantino restò a Firenze. Con quali prospettive?

Filippo Razzolini  | 
Gino Infantino con la maglia viola. Foto: Fanfani/Fiorentinanews.com

Niente Serie B, niente trasferimento in Serie A nè all’estero: Gino Infantino rimane a Firenze e chiuderà con la Fiorentina la stagione 2023-2024. Finora soltanto manciate di minuti per l’argentino classe 2003, vero e proprio mistero di questa annata della squadra viola, senza neppure lo straccio di una maglia da titolare.

Spazio non ce n'è proprio

Infantino non entra nelle rotazioni né scende in Primavera ad ‘assaggiare’ il calcio e la tattica italiani, restando sempre in disparte. Eppure nelle amichevoli estive (che per carità fanno pochissimo testo) aveva mostrato bella personalità e offerte buone sensazioni sul piano del potenziale. Qualità che certamente non sono venute meno ma non sufficienti per consentirgli di competere in Serie A, almeno al momento.

Un ruolo da scoprire in vista del futuro

Il calciatore ex Rosario Central è relegato ai margini della rosa e difficilmente le cose potranno cambiare da qui al termine dell’annata, considerati gli impegni sempre più delicati della Fiorentina, tra Conference League e Coppa Italia. Il futuro del giovane mancino sudamericano a questo punto sarà rivalutato al termine dell’anno e andrà capito come gestire un calciatore che nella rosa viola al momento non ha un posto.

UFFICIALE: Mina saluta Firenze dopo pochi mesi e vola in Sardegna
La Fiorentina dice addio a MinaIl difensore colombiano classe '94 Yerry Mina lascia la Fiorentina e passa al Cagliari: o...

💬 Commenti (26)