Nzola e i momenti di duro confronto con Italiano e il chiaro avvertimento lanciato dal tecnico. Ma la società ribadisce: A gennaio le punte non si toccano

Scritto da Redazione  | 

M’Bala Nzola difficilmente se lo sarebbe immaginato di doversi giocare grandi chance di credibilità in un ottavo di finale di Coppa Italia. Ma la sua situazione è realmente questa.

L'attaccante della Fiorentina deve prendere al volo l'occasione che stasera gli si presenta davanti contro il Parma se non vuol finire nelle retrovie.

Momenti di duro confronto col tecnico

Sul Corriere dello Sport-Stadio di oggi, su di lui si legge che, dopo un avvio quantomeno stentato, non sono nemmeno mancati confronti duri con Vincenzo Italiano (l’uomo che più di tutti ha voluto che l’angolano, dopo due anni di corteggiamenti, vestisse finalmente la maglia viola).

A gennaio i centravanti non cambiano

Non siamo ancora del dentro o fuori, visto che dalla società ribadiscono che a gennaio le punte non verranno toccate, ma quantomeno al momento del consolidamento delle gerarchie.

Lontano ricordo

Le parole pronunciate dal tecnico Italiano pochi giorni fa erano sembrate un chiaro avvertimento nei suoi confronti: “Nessuno deve sentirsi dimenticato, anche se magari mette il broncio: con me chi va forte avrà sempre una possibilità”. Adesso però sembrano già un lontano ricordo, perché la realtà impone all'ex Spezia una reazione direttamente in campo. 


💬 Commenti (3)