Questo pomeriggio il giornalista ed ex calciatore Stefano Impallomeni, durante un collegamento con TMW Radio, ha voluto sottolineare alcuni aspetti della sfida di ieri sera tra Atalanta e Fiorentina. Questo la sua lettura della sfida:

“La prestazione di De Ketelaere testimonia il suo stato di crescita: ha sempre avuto questo talento, ho esagerato all'inizio definendolo un fenomeno. Gasperini l'ha costruito dal punto di vista agonistico, mettendogli gamba, resistenza, forse perde ancora un po' troppi palloni, ma è più sicuro. Gasperini gli ha fatto la convergenza, come alla macchina. Non si accontenta più di fare la giocata, deve crescere ancora. Per tornare in un grande club non è ancora pronto. Scamacca fa gol come Dzeko, mi ha ricordato il bosniaco con le dovute proporzioni. Sente la porta in maniera incredibile, due gol uno più bello dell’altro”.

Uno sguardo anche alla prestazione della Fiorentina, con una critica diretta al tecnico gigliato: "Italiano mi ha deluso ultimamente. Non era semplice in inferiorità numerica ma non puoi prendere gol in contropiede da una rimessa laterale. Col West Ham lo scorso anno ha perso nello stesso modo, almeno le preventive le devi mantenere, ha perso in maniera elementare e non ha imparato da errori precedenti. Un peccato perché Italiano ha fatto sempre bene, però c'è qualcosa che non mi torna nella gestione di un gruppo non da primissimi posti. Gli errori del tecnico sono ripetitivi. A Lecce con un calcio d'angolo a favore prende gol ed esce dalla lotta Champions, a Empoli uguale. Non puoi concedere 60-70 metri agli avversari, però c'è qualcosa che non torna. Lo stimo tanto ma deve rivedersi".


💬 Commenti (3)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo