Tutti aspettano Kayode. Un esperimento che non ha dato buoni frutti

Claudio Tirinnanzi  | 
Kayode si infortuna durante Fiorentina-Cukaricki. Foto: Vicario/Fiorentinanews.com

In vista della partita di Conference League, in casa Fiorentina l'attesa è tutta per Michael Kayode. La speranza di Vincenzo Italiano è quella di poter contare sul terzino destro, classe 2004, per il match contro il Genk, che diventa fondamentale per poter staccare il biglietto per la seconda fase del torneo.

Palliativi e soluzioni emergenziali per sostituire Kayode

Kayode si è fermato un mese fa, proprio in Conference contro il Cukaricki, e la sua assenza si è fatta più che sentire, anche perché i viola, per sostituirlo, complice anche l'assenza (che sarà ancora lunga) contemporanea di Dodo, ha costretto l'allenatore a ricorrere a palliativi e a soluzioni emergenziali per sostituirlo.

Un esperimento che non ha dato buoni risultati

L'esperimento di Parisi terzino destro non è stato un granché, eufemismo, anche perché l'ex Empoli ha causato contro il Milan il secondo rigore di fila dopo quello col Bologna. Prima ancora aveva responsabilità anche sul gol siglato dalla Juventus al Franchi e che è costato il ko alla squadra. Pertanto, il ritorno di Kayode è più che mai importante in questa fase della stagione. 

Il classico surplus di prudenza per Kayode e a destra si va ancora... contromano
Niente rientro post sosta per Michael Kayode, che comunque dovrebbe tornare per il match di giovedì con il Genk. Per lu...

💬 Commenti (4)