Nico Gonzalez, un nuovo personaggio de "L'era glaciale": l'argentino mai banale da un dischetto che gli vale la doppia cifra alla Fiorentina

Duccio Zambelli  | 
GONZALEZ

10/10. Dieci su dieci. Scriverlo potrebbe portare un po' male, ne siamo consapevoli. Ma la cifra tonda è sempre una cifra tonda, specialmente se a due cifre. E 10 sono i gol raggiunti contro il Genk da Nico Gonzalez segnati su rigore da quando è alla Fiorentina su 10 calciati. Lo diciamo sottovoce: l'argentino è una sentenza. Lo dicono i numeri. 

Mai banale calciare dagli undici metri, specialmente quando il pallone (come contro i belgi) pesa abbastanza. Il numero 10 viola, però, a Firenze si è sempre presentato sul dischetto con una freddezza invidiabile, riuscendo praticamente sempre a spiazzare il portiere avversario. 

Freddo, glaciale. Ormai uno specialista. Perché in totale i gol in carriera dell'ex Stoccarda sono 15, di cui 5 messi a segno proprio in Bundesliga. C'è un unico neo nel corso della sua carriera: Friburgo-Stoccarda stagione 2020-21. Nico si presenta sul dischetto e viene ipnotizzato da Muller, che intuisce la traiettoria e para facile alla sua sinistra. L'eccezione che conferma la regola, serve. E va benissimo così. 

 


💬 Commenti (2)