Pietro Comuzzo. Foto: Fanfani/Fiorentinanews.com
Pietro Comuzzo. Foto: Fanfani/Fiorentinanews.com

Il giornalista Angelo Giorgetti ha parlato a Radio Bruno soffermandosi a tutto tondo sulla sconfitta di ieri della Fiorentina contro l'Atalanta per poi proiettarsi anche a temi legati al futuro viola.

“La dinamica che ha portato al 4-1 lascia tantissima amarezza, perchè resta impressa l’azione del 3-1 con la Fiorentina che in 10 ha alzato molto la linea. Italiano avendo in mente un possibile massacro nei supplementari ha provato una sorta di all-in cercando il pareggio e passare il turno. Nel frattempo l’Atalanta aveva mandato in campo Lookman Pasalic e Miranchuk e la Fiorentina aveva risposto con Comuzzo. Si era creata in quel momento una grande disparità a livello tecnico e mentale, un contesto in cui l’avversario è nettamente superiore. È andata male, sempre nello stesso modo e aumentano i rimpianti. Bisognerebbe analizzare con calma la differenza delle rose e come i giocatori di qualità facciano la differenza quando si arriva alle partite che contano, quindi l’occasione persa con quanto accaduto nel mercato di riparazione, in cui è iniziata la vera distanza tra l’allenatore e la società”.

‘Nella Fiorentina esiste un confronto tra dirigenza e Italiano?’

“Il calcio non regala niente, se si hanno delle debolezze strutturali prima o poi purtroppo si pagano tutte. C’è chi critica tantissimo Italiano difendendo la società e io mi chiedo: se come dice qualcuno il tecnico commette sempre gli stessi errori, non ci deve essere una struttura all’interno del club che si confronta, prova a limitarlo, prova a fargli capire che certe partite vanno giocate in un modo e altre in un altro? Come sono i rapporti di fiducia all’interno della Fiorentina? Cercare un solo colpevole e assolvere qualcun altro, in questo momento non aiuta nè fa capire perchè si è arrivati al 4-1 di ieri e a tante altre gare perse. Io vorrei sapere se c’è qualcuno che pensa che la Fiorentina di oggi sia più forte di quella di quella del primo anno di Italiano, con Vlahovic e Torreira, e se il triennio ci ha mostrato un’evoluzione del progetto”.

‘Occorre una riorganizzazione dirigenziale, curioso di vedere cosa farà Commisso’

"Mi auguro che alla fine della stagione ci sia una smazzata e vengano prese decisioni importanti. La squadra è da rifondare, visti i tanti giocatori che si avviano allo svincolo e i prestiti. Dopo quanto accaduto a Barone serve naturalmente una riorganizzazione sono curioso di vedere cosa farà Commisso, questa chiave è l’aspetto principale. Quest'anno la Fiorentina ha perso una grande occasione non puntando alla Champions League, i cui soldi permettono di fare il vero salto di qualità, soprattutto economico. La differenza con Europa League e Conference è abissale sul piano del montepremi e non solo. La Fiorentina era quarta in classifica, già sapendo che con ogni probabilità cinque squadre sarebbero andate in Champions". 

Gli occhi della Fiorentina e non solo su Gilardino e ora il Genoa vuole blindare il proprio tecnico: i dettagli
Genoa-Gilardino: avanti insieme?Dopo settimane di confronti, discussioni e valutazioni, il Genoa ha avanzato l...

💬 Commenti (14)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo