Bucchioni: "La Fiorentina ha trovato un centravanti, benché qualcuno in malafede dicesse che Belotti era bollito e uno scarto della Roma. La società viola deve lavorare al rapporto con la stampa"

Scritto da Redazione  | 

Il noto giornalista e opinionista Enzo Bucchioni, direttore di Italia7, a Radio Bruno torna sul successo viola contro il Frosinone e tocca varie tematiche calde di casa Fiorentina, esprimendosi a 360 gradi.

“Col Frosinone una vittoria importante anche in vista della sfida di domani. Bravo Italiano a non cambiare niente in questo momento di difficoltà. È andato avanti per la sua strada, con coraggio, andando avanti col lavoro fatto finora dando un segnale alla squadra. ‘Continuiamo a credere in quanto fatto’, questo fortifica lo spogliatoio”.

Italiano e Motta sono due allenatori bravissimi. Il tecnico felsineo è più attento alla fase difensiva e i rossoblù difendono meglio, anche perché il Bologna ha 3 centrali più forti di quelli viola, anche Lucumì che non è titolare. In Coppa Italia la Fiorentina ha dimostrato che è più avanti sulla propria idea di calcio; le squadre però si equivalgono e sarà una partita bellissima. Pure nella gara col Frosinone la Fiorentina ha rischiato qualcosa di troppo e deve crescere sotto questo aspetto. Ho dubbi che si possano riproporre col Bologna dal primo minuti tutti i calciatori offensivi schierati col Frosinone”.

‘Qualcuno ha detto che Belotti era bollito ed uno scarto della Roma’

“Si è trovato un centravanti, al quinto dopo l’addio di Vlahovic. Belotti anche alla Roma, anche non giocando entrava sempre col giusto piglio. Non è secondo a nessuno sul piano caratteriale, non molla mai. Qualcuno in malafede ha fatto passare il messaggio che si era preso un giocatore bollito e scarto della Roma. È stato un acquisto giusto Belotti, ha segnato 140 gol, 110 in A, a 31 anni non sarà come 10 anni fa ma ha movimenti da attaccante vero e in questo momento serviva alla Fiorentina. Della sua presenza beneficiano gli esterni, come si è visto con Ikone, che apre spazi e offre soluzioni con i suoi movimenti”.

‘Occorre lavorare sul rapporto con la stampa’

“La Fiorentina deve risolvere la questione dei rapporti con la stampa, stanno facendo cose buone ma l’arroccarsi perchè c’è qualcuno che ‘non va bene’ e fa un gioco contro la Fiorentina, anche per interessi personali, non può turbare la situazione complessiva. Serve avere una visione più ampia, la stampa, i media offrono un servizio che valorizza tutti, anche i giocatori e fa bene anche ai tifosi, che sono il core business”.

E si rivede anche Comuzzo. La necessità di coinvolgere anche il ‘rosso’ friulano nel tour de force della Fiorentina
Ha già debuttato in Serie A e in campo internazionale il 2005 Pietro Comuzzo, dall’estate componente stabile della pr...

💬 Commenti (11)