Un "no" (ancora non ufficiale) da analizzare

Duccio Zambelli  | 

E' un possibile “no” che potrebbe avere tante sfaccettature quello di M'Bala Nzola alla nazionale angolana e alla convocazione ricevuta per la Coppa d'Africa. L'attaccante della Fiorentina, nonostante la scelta non sia ancora ufficiale, potrebbe rimanere a Firenze mentre in Costa d'Avorio si giocherà il trofeo continentale. 

L'allenatore dell'Angola Pedro Gonçalves si era detto soddisfatto del sì dell'attaccante viola alla chiamata in nazionale, assicurando che la sua assenza nei mesi scorsi tra i convocati fosse dovuta a motivi personali. 

Forse ci ha ripensato l'attaccante della Fiorentina, convinto di dover dare una mano alla sua squadra in un momento importante della stagione e per trovare una continuità che ancora gli manca. Lo stesso Pedro Gonçalves durante la conferenza stampa nella quale ha annunciato i convocati aveva menzionato il suo connazionale Hélder Costa, lui sì, che ha rifiutato la chiamata. 

L'esterno d'attacco, svincolato, ha rifiutato la convocazione prima della conferenza, mettendo al corrente il CT che ha detto: "Il giocatore stesso ci ha detto che non si sentiva a suo agio a venire, dato che non ha ancora risolto i suoi problemi professionali. Mi ha detto: 'Non sono in forma in questa stagione. Preferisco lasciare il mio posto a un giocatore competitivo". Difficile dunque pensare che la convocazione sia arrivata a sorpresa per Nzola. Bisogna ancora aspettare le comunicazioni ufficiali di Fiorentina e Angola a riguardo. 

Il vantaggio di non avere un problema numerico, ma con un'emergenza evidente in attacco. Fiorentina, che fare a gennaio?
Per la Fiorentina, si presenta uno scenario piuttosto singolare. M'bala Nzola, nonostante la convocazione confermata dal...

 


💬 Commenti (3)