Bocci: "Italiano dovrebbe imparare da Prandelli. Molto preoccupato dalla trasferta di Roma"

Scritto da Redazione  | 

Il giornalista del Corriere della Sera Alessandro Bocci, durante un collegamento con Radio Bruno, ha avuto modo di fare il punto della situazione in casa Fiorentina dopo la vittoria sulla Salernitana. Questo un estratto delle sue parole:

“Ormai la Fiorentina ci abituato a grandi partite alternate a giornate a giornate disastrose. Devo essere sincero e credo che il periodo dove abbiamo trovato 4 sconfitte e una sola vittoria, l’unica sconfitta che fa rivoltare lo stomaco è quella contro l’Empoli: nelle altre occasione la squadra ha perso ma ha sempre fatto il massimo, contro gli azzurri non siamo neanche scesi in campo. Una sconfitta tra le più meritate e dolorose, non si possono perdere partite del genere: se si vogliono vincere certe partite vanno sempre vinte. Il salto di qualità si fa vincendo queste partite, contro le squadre piu abbordabili, aggiungendoci ogni tanto qualche scontro diretto. Un po come faceva la Fiorentina di Prandelli”.

Ha poi continuato parlando della sfida di domenica contro la Roma: “Personalmente adesso sono preoccupato per la Roma, e questo perche per la Fiorentina, che si tratti di Lazio o Roma, l'Olimpico è diventato maledetto. Oltretutto poi la Roma di Mourinho è l'antitesi di questa Fiorentina: lui e Italiano sono agli antipodi, come il gioco proposto dalle due squadre. Si tratta di una partita complicatissima, come lo saranno anche le successive con Monza Torino e Sassuolo. Aspettiamo di vedere in che posizione si troverà la Fiorentina a fila anno,  sono convinto che questa squadra abbia bisogno di almeno 7-8 punti per fare un girone di ritorno che le permetta di tornare in Europa”.

Ha poi concluso parlando degli attaccanti: “Credo che anche Italiano per il momento propenda per Beltran. Credo che sull’argentino, anche pe quanto dimostrato dallo stesso nelle ultime uscite, si possa davvero lavorare; il punto è che allo stesso tempo serve avere anche la migliore versione di Nzola. Per quando è entrato sembrava un altro giocatore, per poi però squagliarsi al primo errore. Non capisco come un giocatore grosso come lui riesca a fare quei tiri, che sembrano dei passaggi. Spero comunque che si sblocchi perchè è fondamentale per questa squadra”.

Suarez come Batistuta: "Ho gravi problemi fisici, non so se riuscirò a giocare a calcetto con i miei figli"
Nelle ultime ore l’attaccante del Gremio Luis Suárez ha rivelato la vera realtà dietro la sue ultime prestazione in ...

💬 Commenti (7)