Questo sito contribuisce alla audience di

Le nostre PAGELLE: Il capolavoro firmato Chiesa. Lafont prima fa la vaccata e poi un intervento risolutivo. La giornataccia di Pezzella

Lafont: 7 Un cavillo regolamentare e l’occhio elettronico salvano la Fiorentina. La vaccata immane del portiere francese resta anche se attenuata dalle circostanze contingenti. Ovviamente parliamo del gol annullato al Chievo al 14′, un episodio che poteva cambiare radicalmente il corso dell’incontro. Sempre molto incerto, ma ha il grande, grandissimo merito di respingere il rigore di Pellissier che poteva riportare il Chievo sul 3-3. E sull’azione successiva i viola trovano anche la quarta segnatura.
Laurini: 6 Solita partita da soldatino, comunque dietro è quello che soffre meno. Ceccherini: SV.
Pezzella: 4,5 Il suo primo tempo è da dimenticare. Commette probabilmente un fallo da rigore su Pellissier che si era ritrovato da solo dopo una chiusura tardiva dei centrali. Poi regala due metri a Stepinski lasciandogli la possibilità di staccargli sulla testa e di infilare Lafont. Nella ripresa altro cross di Depaoli e altra mancanza di Pezzella che viene sovrastato da Djordjevic. Due gol sulla coscienza e non è un fatto normale per il capitano.
Vitor Hugo: 5 Il paradosso della difesa viola è questo se vogliamo: soffre molto di più davanti ad attaccanti come Pellissier e Stepinski che con prime firme del nostro campionato.
Hancko: 5,5 Partenza ottima con passaggio di ritorno non stilisticamente perfetto, ma efficace, che mette Muriel in condizione di battere Sorrentino. Poi di testa prova a mettere la palla dentro su azione d’angolo. Piano, piano viene tenuto dietro e comincia a soffrire, specie su Depaoli.
Benassi: 5,5 Sembra chiudere la partita con un destro che finisce alle spalle di Sorrentino. La riapre totalmente bloccando con la mano sulla linea il tiro di un avversario. Rigore per il Chievo ed espulsione per lui, un cartellino rosso che danneggia la Fiorentina.
Norgaard: 5 Timido, impacciato, uno che non ha fatto mai qualcosa di più della giocata elementare. Se è questo non importava andare in Danimarca per trovare un giocatore simile. Gerson: 6,5 Intervento importante da difensore aggiunto (vedi salvataggio davanti alla porta) che da centrocampista. Chieffi gli fischia un rigore contro inesistente, ma non si abbatte e fornisce un bell’assist a Chiesa per il 4-2 che chiude definiti.
Veretout: 6 Di buono c’è che è inesauribile. Le idee non sono sempre lucidissime.
Chiesa: 8 L’ultima mezz’ora di Chiesa è un autentico capolavoro. Da solo fa a pezzi la difesa del Chievo. Realizza due gol bellissimi e decisivi e coglie una traversa. Tutte giocate da fuoriclasse.
Muriel: 7 Impatto devastante confermato perché pronti, via, realizza subito la sua terza rete in due partite. Tenta uno scavetto sull’uscita di Sorrentino e fallisce un’occasione che sembrava facile per lui. Colpisce un palo nel finale.
Simeone: 6 Di buono fa l’assist per il gol di Benassi. Poi per lui una conclusione dalla linea di fondo (dopo un controllo sbagliato) respinta da Sorrentino e un contropiede che poteva essere favorevole nel secondo tempo, gestito non bene dall’argentino. Dabo: 6,5 Entra e si toglie la soddisfazione di mettere Chiesa davanti al portiere. Un bel passaggio filtrante che porta la Fiorentina nuovamente in vantaggio e in inferiorità numerica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

24 commenti

  1. Non concordo su alcune valutazioni.
    Lafont 7. Ha parato il rigore e ok ma non possiamo dimenticare la vaccata che ha fatto sul gol di Giaccherini. Il ruolo del portiere si sa è difficle, per me un buon portiere deve parare il parabile e non fare miracoli o *******. Quindi voto sicuramente troppo alto.
    I centrali probabilmente hanno bisogno di riposo. Sul gol di Stepinskj tutti colpevolizzano Pezzella ma Vitor Hugo dove era? Era il suo uomo. Non c’era perchè era andato avani non si sa bene a chiudere chi.
    Benassi. Sul rigore cosa poteva fare? e’ UNA COSA ISTINTIVA che non si dovrebbe fare ma l’istinto non si comanda. E poi aveva fatto un grande gol
    Muriel 7. Ha fatto una buona partita ma certi gol non si devono sbagliare, pensa se lo avesse fatto Simeone. Eravamo sul 2-1 per noi e subito dopo Pellissier ha pareggiato.
    Ma una nota per Corvino: De paoli no?

  2. Le pagelle mi trovano d’accordo. Troppi errori in difesa. Se Hugo non sta bene, mettere Ceccherini o milenkovic centrali. Pezzella aveva la testa all’errore di domenica scorsa. Non esiste, non si deve mollare. Gerson questa volta è entrato meglio. Testa alla Roma, bisogna vincere.

  3. Simeone non può sprecare un contropiede clamoroso come ha fatto.

  4. centrocampista obbligatorio ora!
    e poi Pioli se ne vada…
    Semplici a giugno e si riparte!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.