Barone parla di Champions, allora da adesso in poi servono campagne acquisti da big. La qualità (che manca alla Fiorentina) si compra solo sul mercato

Scritto da Marco Dell'Olio  | 

Non ce ne vogliate. Sarebbe stato più difficile per la Fiorentina battere una delle prime del campionato di Serie B che questa Salernitana. Risultato rotondo, avversario alle corde, perfetto per ricominciare a vincere e provare a rimettersi in carreggiata dopo un periodo complicato. Serviva una vittoria, come adesso serve un filotto. Andare avanti in Coppa Italia contro il Parma (a proposito di squadre di B), e poi vincere ancora in campionato. 

Buone notizie ma manca ancora Nzola all'appello

In una partita che aveva quasi il sapore dell’amichevole, arrivano buone notizie, o almeno buoni numeri. Come il primo gol di Beltran, che anche se segnato su rigore, può aiutare il giovane attaccante argentino. E poi la gran rete di Sottil, migliore in campo e autore di una prestazione gagliarda. Nei suoi occhi, ma anche nelle sue gambe, c'era quella voglia di rivincita che ci vuole per diventare protagonista in questa squadra. Continua a mancare all’appello Nzola, rimangono alcune lacune difensive da perfezionare, ma sarebbe ingiusto parlare troppo di questa partita, che andava soltanto vinta, come hanno fatto i viola.

Ambizioni da Champions

Oggi sappiamo che, le ambizioni della società (parola di Barone) per il futuro sono da Champions. Che l’allenatore (Italiano) è quello giusto anche per guardare avanti, che a gennaio se ci sarà bisogno (e visti gli obiettivi, ce n’è bisogno assai), si interverrà sul mercato per migliorare la squadra. Soprattutto negli undici titolari. 

La qualità che serve si compra solo sul mercato

La partita contro la Salernitana fa tirare un bel sospiro di sollievo, fa tornare a sorridere la classifica, avvicina la Fiorentina ad un mese di dicembre dove si giocherà tanto e si deciderà il futuro di questa stagione. Questa squadra, al momento, vince con le più deboli e perde con le più forti (Napoli escluso). La classifica, che non tradisce quasi mai e che ci racconta tutto di una squadra, ci dice che manca qualità per ambire a posizioni ancora più alte. Qualità che si compra solo sul mercato.

Il Direttore Generale della Fiorentina: "Difficile fare un nome per il mercato di gennaio. Sono sicuro che neanche Italiano pensi a un addio. Champions? Ci lavoriamo"
Prosegue l'intervento del direttore generale della Fiorentina a Radio Sportiva, in riferimento al prossimo mercato inver...

💬 Commenti (27)