Il Franchi è un tabù per la Salernitana, e se si considera che i granata non vincono in trasferta da Gennaio...

Scritto da Redazione  | 

Nonostante l’esonero di qualche settimana fa in pochi mesi dal suo arrivo sulla panchina granata Paulo Sousa, era riuscito a dare una continuità ed una sua identità di gioco, rendendola la Salernitana in grado di affrontare alla pari anche le avversarie di rango superiore. In questo traumatico inizio di stagione, che vede la squadra di Iervolino ancora all’ultimo posto in classifica, la squadra campana ha sempre mancato il colpo esterno: benchè sia riuscita a pareggiare con Milan, Napoli, Roma e Lazio i granata sono ancora alla ricerca del colpo esterno.

Se si tiene conto delle gestioni l Nicola, Sousa e Inzaghi la Salernitana ha raccolto infatti 9 pareggi e 6 sconfitte lontano dall’Arechi. I tempi sono maturi per tentare un nuovo blitz, anche se la location rappresenta un autentico ed ulteriore tabù: la Salernitana non ha mai fatto punti a Firenze. 

Nei 7 precedenti ufficiali sono arrivate altrettante sconfitte, alcune anche larghe con ben tre 4-0 (nel 1946, 1998 e 2021). Insomma Filippo Inzaghi dovrà essere più forte anche della storia e dei numeri per centrare un’impresa di cui la Salernitana ha estremo bisogno.

Il futuro di Amrabat è legato al cammino in Champions dello United, un'eliminazione può cambiare qualcosa?
Il Manchester United, ad un passo dall'eliminazione in Champions League, adesso rischia di dover riprogrammare anche il ...

💬 Commenti (5)