Jacopo Vicini
Jacopo Vicini

Dal nulla, o quasi: così è arrivato il ritorno in campo con la maglia della Fiorentina di Gaetano Castrovilli, dopo quasi un anno senza vestire il viola su terreno di gioco. Il classe ’97 cresciuto nel Bari non si vedeva dalla trasferta vittoriosa di Sassuolo. La cornice di Salerno era certamente l’occasione adatta per un rientro dopo il grave infortunio, nel turbinio degli impegni viola, considerato il livello tecnico dei disastrati avversari e il ridottissimo coefficiente agonista della gara.

Risorsa o tappabuchi?

Castrovilli ha giocato 70 minuti ed è ufficialmente rientrato nei ‘ranghi’. Ora andrà capito se da qui al termine della stagione, Conference a parte vista l’esclusione dalla lista UEFA, il giocatore pugliese rappresenterà effettivamente una risorsa per la Fiorentina oppure resterà soltanto un tappabuchi in situazioni di estrema emergenza. A Salerno infatti mancavano Belotti, Nzola, Gonzalez, Beltran e Bonaventura, i principali riferimenti dell’attacco viola, fattore che ha portato mister Italiano a ridisegnare con ben 9 cambi la formazione vista col Plzen.

La possibilità di pungere prima dell'addio…stavolta senza rinvii

Il quasi addio destinazione Bournemouth, poi lo stop alla trattativa che era in chiusura, quindi il progressivo recupero dall’infortunio e un rientro a piccoli passi. Il contratto di Castrovilli resta in scadenza alla fine del prossimo giugno e di passi in avanti non ne sono stati fatti; la situazione è ormai acclarata da tempo e non ci sono margini per il rinnovo del calciatore, salvo stravolgimenti che a questo punto avrebbero del clamoroso. Ed ecco che in questa ‘quiete dopo un addio’, come cantava Franco Battiato, o meglio, un ‘quasi’ addio, Castrovilli si è rivisto in viola per la 126esima ufficiale col giglio sul petto. E adesso c’è la curiosità di capire se dopo le due pesanti reti in Conference dello scorso anno, possa nuovamente lasciare il segno nel finale di stagione viola…

Polverosi: "Castrovilli con una interpretazione alla Saponara può fare comodo alla Fiorentina. Ikone il più grande mangiatore di gol della Serie A"
Che la Fiorentina abbia puntato molto sulla semifinale di ritorno della Coppa Italia è stato un fatto chiaro agli occhi...

💬 Commenti (11)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo