Il giornalista Benedetto Ferrara ha analizzato la situazione in casa Fiorentina alla vigilia del ritorno in Conference League. Ecco cosa ha detto a Radio Bruno Toscana: “Era un quarto posto virtuale e una classifica cortissima, a dicembre, ma quando la società ha deciso di non investire qualcosa si è incrinato. Non è tutta responsabilità del club, ma lo spogliatoio sente che non c'è un aiuto sostanzioso. Sono anche mancati i giocatori, da Gonzalez a Bonaventura, questo ha un po' ucciso i sogni in campionato”.

“C'è paura di prendere gol nel finale”

Sulle ultime gare: “Lo 0-0 in trasferta rischia di rimanere solo sugli almanacchi, il problema è che davanti la Fiorentina si trovava una squadra senza sette titolari, molto più deboli. In più credo che sia subentrata una sorte di sindrome di Praga, quella paura di prendere gol nel finale. L'ho vista anche da Italiano contro il Genoa, con la difesa a tre verso la fine”.

“Arrivare in fondo? C'è possibilità, ma…”

Come arrivare in fondo alle due competizioni? “La possibilità c'è. La Fiorentina ha limiti forti, ma in certe partite fa faville. Ha un po' paura di sé stessa, è dotata a un gioco offensivo senza essere pienamente consapevole dei suoi mezzi. Manca un leader in campo”.

Flachi: "Possono esserci tutti i problemi del mondo, ma ora non contano niente. Domani una partita che può cambiare una stagione"
L'ex calciatore, tra le altre, della Fiorentina Francesco Flachi ha presentato la gara di Conference di domani a Radio B...

 


💬 Commenti (17)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo