Dopo una partita vissuta in tribuna per squalifica, il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Italiano ha parlato così in sala stampa: 

"E’ un tasto che si può evitare quello dei gol subiti, in una partita in cui abbiamo subito un tiro in porta. Noi siamo capaci di tutto per cui c’è stato un po’ di timore. L’importante è gioire per i passaggio del turno, siamo anche quest’anno tra le migliori otto. Avevamo preparato una partita per cercare di non rischiare nulla, ci siamo riusciti. Era meglio non subire gol alla fine ma in questi casi conta dove arrivi e cosa raggiungi. Abbiamo fatto un altro ottimo lavoro.

Barak? Era l’unico dubbio, tra lui e Beltran. Per il timore di subire su qualche palla inattiva ho scelto lui. Lucas sta bene ma ho preferito mettere un centrocampista meno offensivo. Tony mette dentro minuti nelle gambe e sono contento perché la scelta è stata azzeccata.

Obiettivo in Conference? Un passo alla volta, i quarti sono gi un traguardo importante perché vedrete quali saranno le altre 7. Saranno tutte squadre forti, quest’anno in termini di qualità è molto cresciuta rispetto agli anni precedenti. Ci fa un immenso piacere.

Belotti fermo a un gol? Proprio oggi parlavo di questo con Andrea, lui deve rendere conto di ciò che vede e valuta l’allenatore. Ha fatto solo un gol ma quando viene sostituito, lo stadio si alza in piedi per lui. Sacrificarsi e lavorare per la squadra può sopperire, oggi poteva fare gol in 2-3 situazioni. Di questo deve essere felice.

Ancora in corsa su 3 obiettivi? E’ vero che si rimane su tre obiettivi, non sono tante le squadre che a metà marzo siamo in tutte le competizioni, potendo ancora cullare il sogno di allungare la stagione. In campionato abbiamo 30 punti a disposizione e vogliamo farne più possibile.

Giocare ad Haifa avrebbe cambiato le cose? Credo che la stessa cosa sarebbe valsa stasera se non ci fossero state le restrizioni, la spinta del pubblico di Haifa avevamo visto che sarebbe stata importante. Abbiamo evitato un problema in più però anche oggi l’assenza di stadio pieno è da valutare. Abbiamo superato il turno contro una squadra che temevo".


💬 Commenti (7)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo