Amoruso: "Se vuoi arrivare in Champions non puoi permetterti attaccanti che non fanno gol. Italiano ha rigenerato giocatori che sembravano finiti"

Scritto da Redazione  | 

In un'intervista concessa a Numero Diez, l'ex Fiorentina Lorenzo Amoruso ha parlato di diversi temi in casa viola, da quello degli attaccanti all'allenatore viola.
 

I necessari innesti dal mercato: attaccante ed esterno

"Manca qualcosa dal mercato a questa squadra, perché è una squadra che concede molto e che fa fatica segnare. Specialmente là davanti, si pensava che Nzola e Beltran potessero avere un impatto migliore. Anche sulle ali bisognerebbe puntellare qualcosa, perché sì, c’è Nico Gonzalez, ma poi tanti giocatori che non ti fanno la differenza. Se vuoi arrivare in Champions non puoi permetterti attaccanti che non fanno gol, esterni che ne fanno pochi e difesa che concede tanto. Non dimentichiamo che ci sono da giocare campionato, Coppa Italia e Conference League oltretutto. Mi aspetto che la Fiorentina lotti fino all’ultimo per qualcosa di importante, ma anche un intervento della società per aiutare la squadra“.

Il tecnico viola in fascia medio-alta

E su Italiano: "Lo metto sicuramente nella fascia medio-alta degli allenatori di Serie A. Questo anche perché ha fatto svoltare dei giocatori che sembravano finiti quando è arrivato a Firenze. Sta migliorando nell’adottare più soluzioni, a variare in certe partite e non pensare solo ai suoi ragazzi in campo, ma anche a come arginare le controffensive avversarie”.

E infine: “Se arrivasse un trofeo sarei contentissimo. Darebbe alla città una grande gioia, io l’ho vissuto sulla mia pelle. Tornare a notte fonda e trovarsi lo stadio stracolmo per festeggiare tutti insieme è stata una cosa unica e fenomenale. Tutt’oggi incontro gente che ricorda quella notte con grande entusiasmo. Sarei uno stupido a dirti che non mi piacerebbe il ritorno in Champions, però io vado sempre per i trionfi, intesi anche come trampolino di lancio per società e giocatori, per pensare ancora più in grande. Ha una sua rilevanza anche a livello di mercato, perché i giocatori quando scelgono dove andare, un occhio alla possibilità di poter alzare un trofeo da una parte piuttosto che da un’altra, lo buttano sempre“.

Anche dalla federcalcio angolana arrivano conferme: Nzola ha rifiutato la convocazione per la Coppa d'Africa
Manca solo l'ufficialità del rifiuto di M'Bala Nzola alla convocazione con la sua Angola per la Coppa d'Africa 2023 che...

💬 Commenti (1)