"Lo sfogo di Biraghi può creare ulteriori incomprensioni, certe cose meglio risolverle nello spogliatoio. Rigori sbagliati, gol presi nel finale: c'è un malessere che sta attanagliando i giocatori"

Scritto da Redazione  | 
Biraghi rivolge il suo saluto alla Fiesole. Foto: Fanfani/Fiorentinanews.com

Stefano Tavoletti, mental coach per squadre e preparatore di calciatori e atleti olimpionici, ha parlato in un'intervista concessa a La Nazione della situazione in casa Fiorentina, soprattutto a livello psicologico. Questa la sua analisi: “C’è tanta componente mentale nei risultati dalla Fiorentina. Rigori decisivi sbagliati e gol presi negli ultimi minuti sono fattori sintomatici di un malessere che sta attanagliando i giocatori. Come mai in Coppa la Fiorentina ha realizzato dieci i rigori ora li sbaglia tutti? I giocatori stanno subendo una pressione emotiva senza però avere gli strumenti per fronteggiarla. Un allenatore in grado di trasmettere una giusta motivazione ai giocatori incide in modo determinante. Sotto questo aspetto ritengo che Italiano sia tra i più bravi”. 

E sullo sfogo di Biraghi: “Bisognerebbe chiedere ai compagni di Cristiano come hanno interpretato l’esternazione del loro capitano. Di certe cose penso sia meglio parlarne in privato negli spogliatoi, guardandosi negli occhi. Gli errori si risolvono così, altrimenti si rischia di creare ulteriori incomprensioni”

E infine: “Vedo una squadra altalenante a livello di emozioni: noto giocatori emotivamente in balìa dei risultati. Lo scorso anno era successo lo stesso nel girone di andata, poi la squadra si è ritrovata e ha centrato due finali. Serve compattarsi, parlare guardandosi negli occhi e lavorare più forte che mai a livello fisico e mentale”. 

L'ambizione di dicembre è già lontanissima. Le parole di Biraghi sono il sintomo che qualcosa si stia per rompere all'interno del gruppo, ma c'è ancora tempo
Il messaggio di Biraghi nel post partita contro il Lecce non lascia molte interpretazioni: “Abbiamo fatto una figura v...

💬 Commenti (7)