Italiano: "Quando parlavo della necessità di un esterno è perché sapevo che potevamo andare in difficoltà. Nzola adattato, ha fatto quello che poteva fare"

Stefano Del Corona  | 

L'allenatore della Fiorentina, Vincenzo Italiano, nel cuore dello stadio di Lecce esprime tutto il suo disappunto per la battuta d'arresto contro i giallorossi: “Abbiamo fatto due gol, potevamo sicuramente farne un altro, perché Parisi ha avuto una grande occasione. Ci sta capitando troppo spesso che nei primi tempi entriamo sotto ritmo, molli, non attacchiamo la profondità, anche oggi s'è visto questo. Poi nel secondo tempo cambiamo radicalmente volto. Al 90' vincevamo 2-1, perderla mi sembra francamente troppo”.

Poi ha aggiunto: “Questa squadra ha un'anima e una voglia di ribaltare qualsiasi cosa, il risultato pesa sul giudizio”.

E inoltre: “Il mercato? Quando parlavo di un esterno è perché avevamo fuori Gonzalez, Sottil e Kouame, sapevo che potevamo andare in difficoltà e gennaio infatti è stato un mese nero. Adesso abbiamo quattro esterni e tre punte e dobbiamo cercare di fare bene. Oggi è stato adattato Nzola e credo che ha fatto quello che poteva fare. Per il resto dobbiamo tornare quelli prima di gennaio, quando la squadra faceva punti e giocava bene”.

Italiano: "Quattro minuti di follia cancellano una reazione da squadra vera. I punti persi si fanno pesanti, quest'anno non siamo partiti bene"
L'allenatore della Fiorentina Vincenzo Italiano ha parlato a DAZN dopo la sconfitta contro il Lecce: “Abbiamo avuto un...

💬 Commenti (69)